“Se mi chiami mollo tutto… però chiamami” e la sincronicità

«Non mi ero reso conto che, con tutte quelle salite, ci eravamo portati su un belvedere privilegiato.
Un pò come a volte succede nella vita: la difficoltà della salita ci fa dimenticare che continuiamo ad avanzare, migliorando la nostra posizione.»

Se mi chiami mollo tutto... però chiamami è un libro dolcissimo, profondamente ottimista, che si legge in poche ore e cambia la giornata in positivo

Esattamente un anno fa questo libro è stato il protagonista del primo vero episodio di sincronicità della mia vita – o meglio, il primo che ho notato sapendo cosa fosse e che significato dargli. Sono entrata in biblioteca con una domanda che mi martellava in testa, la stessa che mi perseguitava da giorni (mesi? anni?). Senza motivo né consapevolezza, ho preso in mano questo libro – solo perchè me lo sono trovata davanti, sul primo espositore all’ingresso della biblioteca – e ho letto la prima frase dell’aletta di copertina: era una descrizione straordinariamente dettagliata e accurata della situazione attuale, con tanto di nome del protagonista dei miei pensieri. E dopo una virgola, la risposta alla mia domanda.

Ieri ho deciso di leggerlo, nonostante avesse già svolto il suo compito nella mia vita rispondendo alla mia domanda un anno prima – e sono felice di averlo fatto.

Se mi chiami mollo tutto... però chiamami è un libro dolcissimo, profondamente ottimista, che si legge in poche ore e cambia la giornata in positivo

Cercherò di parlarvi di Se mi chiami mollo tutto… però chiamami rimanendo molto vaga riguardo alla trama, perchè parte della bellezza di questo libro stà nello scoprire la vita del protagonista poco alla volta, attraverso i continui flashback e il racconto disordinato della sua esistenza. Vi dirò solo che il libro inizia mentre il protagonista, Dani, viene lasciato dalla compagna e, mentre lei fa le valigie, riceve la chiamata di un padre disperato che lo prega di ritrovare suo figlio. Il lavoro di Dani consiste infatti nel ritrovare bambini perduti – essendo stato a sua volta un bambino perso – fisicamente e emotivamente.

Si tratta di un libro dolcissimo, profondamente ottimista (qual’è il senso e l’utilità di libri e film dai messaggi pessimisti e senza speranza?), che si legge in poche ore e cambia la giornata in positivo – ed è originale, con una trama, un messaggio e delle idee non comuni.

Se mi chiami mollo tutto... però chiamami è un libro dolcissimo, profondamente ottimista, che si legge in poche ore e cambia la giornata in positivo

Tra le altre, due sono le idee dell’autore che mi hanno fatto particolarmente sorridere:

1) Fermare il mondo

«Non hai mai fermato il mondo?»
«Che cosa vuol dire?»
«Fermare il mondo significa che decidi consapevolmente di allontanartene per migliorare te stesso e per migliorare lui. Per procedere meglio e per far procedere meglio lui. In quei momenti devi fare in modo che niente e nessuno ti disturbi. Devi nutrirti di ottima letteratura, buon cinema e, soprattutto, parlare con l’unica persona al mondo che tu ammiri.»

2) Giocare a ‘che cosa farebbe un altro al posto mio’

«E se ti sentirai smarrito, senza più punti cardinali, gioca a ‘che cosa farebbe un altro al posto mio’…» […]
«Che cosa farebbe un altro al posto mio?» ripetei. […]
«Si, esatto. Trova una persona che condivida con te quell’energia, e chiedile cosa farebbe se fosse nei tuoi panni per due giorni. Cosa cambierebbe, della tua vita? Come si taglierebbe i capelli? Che cosa mangerebbe? A quali attività si dedicherebbe?… Per farla breve: come vivrebbe la tua esistenza, in quel breve intervallo?»

Concludo dicendo che la “coincidenza” della quarta di copertina non è stata l’unica: la lettura del libro ha portato alla luce altre incredibili similitudini con la mia storia personale, e ho scoperto che la sinconicità della vita è a sua volta uno dei concetti cardine del libro. Magia.

«Le coincidenze sono il mio punto debole, le uniche ragioni al mondo che riescano a infrangere le mie stesse regole.»

Se mi chiami mollo tutto... però chiamami è un libro dolcissimo, profondamente ottimista, che si legge in poche ore e cambia la giornata in positivo

_______

Se mi chiami mollo tutto… però chiamami, Albert Espinosa, Salani Editore, p. 190

Leave A Comment

Related Posts